PoggiorealeToday

Panchine anti-senzatetto e fontana chiusa: “Piazza Carlo III diventa un deserto”

È polemica nel quartiere per i braccioli montanti sulle panchine dell'area, divenute più che mai scomode. “E una fontana, che potrebbe rinfrescare bambini e genitori, è tenuta chiusa per gli homeless”

Piazza Carlo III (foto E. Cella)

Braccioli discriminatori”. È così che vengono definiti, da numerosi cittadini della zona, quelli montati dal Comune di Napoli sulle panchine di piazza Carlo III, uno stratagemma per evitare che i senza tetto possano “appropriarsene”.
Al di là della presunta discriminazione, per molti i nuovi braccioli sono estremamente scomodi. “Da anni il Comune di Napoli è latitante sui problemi dei senza fissa dimora – denuncia il consigliere della IV Municipalità Enrico Cella – che sono in numero elevato nel quartiere”.

È lo stesso consigliere a denunciare che, sempre a piazza Carlo III, c'è “una fontana di vecchia installazione che non viene messa in funzione per evitare che i diseredati utilizzino l'acqua per bere e per lavarsi, mentre potrebbe essere – prosegue – comoda per i tanti bambini e genitori che frequentano l'area”.

“Il vero problema è la mancanza di una riqualificazione radicale della piazza – va avanti Cella in una missiva indirizzata anche all'amministrazione – che è completamente abbandonata a se stessa. Il progetto in corso di circa 400mila euro che ha immaginato l'amministrazione comunale è da ritenersi completamente incapace, in quanto lo stesso prevede solamente la sistemazione dei cordoli e la creazione di dissuasori”.

Una piazza, insomma, che per evitare diventi ad uso e consumo soltanto degli homeless, sta diventando sempre meno fruibile dall'intera cittadinanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nella famiglia di Made in Sud: "Era da sempre nostra prima sostenitrice"

  • Muore sulla tomba del figlio: tragedia nel cimitero

  • Scossa di terremoto nella notte: l'evento di magnitudo 2.8 nella zona flegrea

  • Nutella Biscuits introvabili? A Napoli arrivano i "Nicolini"

  • "Concorsone": gli elenchi degli ammessi nella categoria C

  • Terremoto, l'Osservatorio Vesuviano: "Il più forte dalla ripartenza del bradisismo nel 2006"

Torna su
NapoliToday è in caricamento