PoggiorealeToday

Cimitero di Poggioreale, il report della "vergogna"

Nel documento inviato all'assessore comunale di competenza, la IV Municipalità ha richiesto “interventi urgenti per il ripristino della legalità e del decoro di un sito che riveste sia carattere religioso che storico, dove si trovano tombe di esimi personaggi”

REPORT DELLA VERGOGNA - E’ un report della vergogna quello che rendiconta abusi, illegalità e abbandono in uno dei luoghi sacri della città. Nel cimitero di Poggioreale, ogni giorno, i visitatori sono vittime di parcheggiatori abusivi, scooter che sfrecciano a tutta velocità mettendoa rischio la loro incolumità e veicoli in sosta vicino tombe e monumenti funebri. La denuncia arriva dalla IV Municipalità di Napoli che descrive dettagliatamente gli scempi in un documento ufficiale, indirizzato all’assessore comunale ai cimiteri, Alessandra Sardo.


INVASIONI DI AUTO E SCOOTER- I cittadini che si recano a commemorare i propri defunti nel cimitero che si sviluppa da via Santa Maria del Pianto sino in via del Riposo- si legge nel documento sottoscritto dal presidente della IV Municipalità Giampiero Perrella e dall'assessore competente allambiente Armando Simeone hanno lamentato che il sito è invaso da auto e motorini sia in transito che in sosta e che tale abuso, si verifica tutti i giorni feriali ed in particolar modo nelle giornate festive. I cancelli sono aperti, incustoditi e non vi è alcun controllo degli accessi.


PARCHEGGIATORI ABUSIVI EXTRACOMUNITARI A seguito delle segnalazioni e dei malumori dei cittadini abbiamo effettuato personalmente dei sopralluoghi documentando gli abusi - dichiarano Perrella e Simeone – i veicoli sfrecciano lungo i viali del cimitero mettendo a repentaglio la sicurezza dei pedoni, sostando davanti agli ingressi delle cappelle funebri impedendo l’accesso ai fedeli”. La grave denuncia presentata dai rappresentanti del parlamentino riguarda la gestione abusiva delle soste. “L’attività di parcheggio viene gestita da persone extra comunitarie che stabiliscono dove far parcheggiare dietro compenso – continuano Perrella e Simeone- tutto questo avviene tra l’incredulità e l’indignazione dei fedeli”. “Un assessore comunale che dovrebbe occuparsi solo di cimiteri non si preoccupa minimamente dell’anarchia che regna nel principale cimitero cittadino” concludono Perrella e Simeone.


RICHIESTA DI SOLUZIONI URGENTI - Nel documento inviato all'assessore comunale di competenza, la IV Municipalità ha richiesto “interventi urgentper il ripristino della legalità e del decoro di un sito che riveste sia carattere religioso che storico, dove si trovano tombe di esimi personaggi”La presa in carico della problematica cimiteriale, significa garantire ai fedeli “Rispetto e Silenzio” come viene enunciato nella targa all'ingresso del camposanto, salvaguardare l’incolumità pubblica e combattere l’illegalità che prolifica con la gestione abusiva dei parcheggi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consegnò la pizza al Papa: arrestato per truffa Enzo Cacialli

  • Scoperta la centrale del 'pezzotto', arresti in tutta Europa: c'erano 700mila clienti

  • Whirlpool, i lavoratori in corteo bloccano l'A3

  • Controlli tra le pizzerie in via Tribunali, occupazioni abusive per 700 metri quadri

  • Lutto nel mondo della medicina napoletana, muore improvvisamente Paolo Mercogliano

  • Sacchi: "Nella difesa del Napoli solo Di Lorenzo si muove in modo organico e sinergico"

Torna su
NapoliToday è in caricamento